Assedio al Parlamento

In Bulgaria duemila persone hanno assediato il Parlamento, la notte tra il 23 e il 24 luglio. Una trentina di deputati, i ministri dell’Economia Dragomir Stoinev, delle Finanze Petar Tchobanov e del Lavoro Hassan Ademov, alcuni giornalisti e membri del personale, non hanno potuto lasciare l’aula per otto ore. I manifestanti avevano circondato l’Assemblea, dove era in discussione il bilancio. Da quaranta giorni, proseguono le manifestazioni di protesta contro la corruzione nel paese.

L’assedio al parlamento bulgaro

“Intorno alle 2.30 della notte, la polizia ha forzato una barriera eretta dai manifestanti per consentire il passaggio di alcune camionette delle forze dell’ordine. Alcuni ministri e i deputati del Partito Socialista e del Partito di minoranza turca Mdl, nella notte, hanno potuto lasciare l’edificio assediato. Molti altri, però, sono rimasti all’interno ed hanno potuto lasciare il Parlamento solo dopo un paio d’ore”, riporta TMNews.

Le barricate e gli scontri

Quando i parlamentari hanno provato a uscire dall’edificio a bordo degli autobus, sono scoppiati scontri tra polizia e manifestanti che hanno provocato almeno nove feriti, di cui due agenti, secondo un bilancio fornito da fonti sanitarie locali. “In 40 giorni di proteste pacifiche ci hanno forse dato ascolto? Era venuto il momento di far qualcosa di più radicale” spiega un manifestante a Euronews.

L’inizio della protesta contro la corruzione

“In Bulgaria, il paese più povero dell’Unione europea, l’attuale governo di coalizione ha preso il potere dopo le elezioni di maggio, che erano state precedute da mesi di proteste. Le nuove proteste sono cominciate sei settimane fa quando un potente imprenditore, Delyan Peevski, è stato messo a capo dell’agenzia per la sicurezza. Per i manifestanti questo è un esempio del potere e dell’influenza degli “oligarchi” sulla politica del paese.”, spiega l’articolo di Internazionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...