Le wiki case

Lo studio Wikihouse, del designer britannico Alastair Parvin, permette a chiunque di scaricare i progetti per costruirsi una casa con una stampante 3D.

Il progetto della casa è diffuso con licenza “Creative Commons”, libera e gratuita. Una volta effettuato il download si possono modificare i disegni in base alle proprie esigenze, poi tutte le parti si possono stampare e montare. Due o tre persone possono costruire una di queste “Wiki case” in un giorno.

E’ il concetto dell’open-source, applicato all’architettura. “In sostanza – spiega Parvin – si finisce con un davvero grande kit dell’Ikea” solo che al posto di montare i mobili si monta l’intera abitazione. Anche i singoli pezzi per la manutenzione, possono essere prodotti in autonomia e risparmiando.

“Cosa accadrebbe se ci fossero soluzioni a basso costo, disponibili per tutti, non solo in termini di alloggio, ma anche per tutte le infrastrutture pubbliche?” dice Parvin nel video alla TedTalk.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...