Sciopero della fame a Guantanamo

Nel carcere di Guantanamo sono ormai cento i detenuti in sciopero della fame. Di questi, 21 ricevono un’alimentazione forzata e cinque sono stati ricoverati.

Il servizio dell’Associated Press spiega come è cominciata la protesta. A seguito di una perquisizione durante la quale, secondo i detenuti, le guardie avrebbero commesso atti di blasfemia nei confronti del corano. Sulla chiusura di Guantanamo continuano le pressioni sul presidente Barack Obama, perché mantenga l’impegno a chiudere la prigione, che si trova nella base militare statunitense a Cuba. Lo sciopero prosegue dal 6 febbraio, nei mesi si è trasformato in una protesta, contro la mancanza di un processo per le persone accusate di terrorismo.

Il presidente Usa Barack Obama sta pensando di nominare un diplomatico come inviato speciale per la prigione di Guantanamo, per decidere quali detenuti rispedire ai Paesi d’origine e quali inviare in Paesi terzi. I detenuti vivono da oltre 10 anni in un limbo giuridico, in cui non possono godere delle garanzie della giustizia civile Usa e dove sono di fatto in carcere a tempo indeterminato senza che possano venire emessi nei loro confronti dei capi d’accusa per i quali essere processati.

A Guantanamo sono ancora rinchiuse 166 persone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...