Liberty Syria

Questo slideshow richiede JavaScript.

“Khalaf è un poeta, Wassim un webdesigner, Rita una formatrice, Maan un regista, Fadi un commerciante, Farzand un medico, e Khater un musicista”. “E dall’esilio cercano di supportare la rivoluzione, almeno sulla rete. Khater compone canzoni della resistenza, JuanZero disegna caricature di Bashar, e tutti gli altri passano le giornate in rete per far circolare notizie e idee. Idee sì, le stesse che per un anno hanno alimentato la rivoluzione siriana e che oggi rischiano di morire insieme alle migliaia di vittime di un’improbabile guerra che – a detta degli attivisti del movimento pacifista – sta trascinando il paese in un vicolo cieco di morte e distruzione”.

Sono degli estratti da “La Rivoluzione tradita” la quinta e ultima puntata del reportage di Gabriele Del Grande, pubblicato sul suo blog Fortress Europe, in cui racconta di cosa sta accadendo con la rivoluzione in Siria. Kalaf, Wassim, Rita e Maan “Diciotto mesi fa erano a Homs, Aleppo e Damasco – scrive Del Grande – tra i primi organizzatori di quello che delle primavere arabe è stato il più duraturo, creativo e organizzato movimento non violento e laico”. Nessuno di loro pensava, che dalle prime manifestazioni si sarebbe arrivati al conflitto armato. In Siria non è accaduto come in Tunisia e in Egitto. Non c’è stata ancora alcuna primavera. Con la repressione del regime di Assad, secondo il centro di documentazione delle violazioni dei diritti umani, in Siria il conflitto ha provocato 350mila profughi, 31mila vittime di cui 25mila civili.

La pagina “Art Liberty Syria” raccoglie un insieme di immagini di opere d’arte per raccontare ogni giorno cosa sta accadendo in Siria.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...