Ai Weiwei Style

Il rapper sud coreano PSY, quando ha messo in rete la canzone “Gangnam Style“, non credeva che il video sarebbe diventato un fenomeno virale con delle imitazioni che si propagano da tutto il mondo attraverso Internet. Anche l’artista e architetto, dissidente cinese Ai Weiwei, il 23 ottobre ha pubblicato un video con la sua versione del tormentone rap. Nel filmato AiWeiwei balla e sorride, nonostante la censura di Pechino.

L’architetto e attivista, durante la danza del Gangnam Style, ad un certo punto, tira fuori dalla tasca un paio di manette e le fa roteare nell’aria attorno ai polsi. In modo da ricordare gli 81 giorni passati in carcere con un’accusa di evasione fiscale, a cui era stata associata una multa da 1,8 milioni di dollari, pagati con le donazioni dei suoi sostenitori. Una somma che ha iniziato a restituire dall’inizio di questo novembre.

La cover della canzone, pubblicata da Ai Weiwei sul suo canale di YouTube, prende il titolo da “Caonima” che è l’equivalente cinese del termine inglese motherfucker – per via della pronuncia fonetica – che in cinese mandarino significa “cavallo dell’erba e del fango”. Questo insulto è diventato un meme in Internet, che circola dal 2009, per denunciare la censura della rete in Cina.

Il governo di Pechino, il 27 ottobre, ha censurato su tutti i social network cinesi il video “Caonima Style” pubblicato del dissidente Ai Weiwei.

Annunci

Un pensiero su “Ai Weiwei Style”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...