La Grecia in sciopero

Quarantamila greci hanno occupato piazza Syntagma davanti al parlamento di Atene, per lo sciopero generale del 18 ottobre, contro le nuove misure di austerità. Un uomo di 67 anni, lavoratore marittimo e disoccupato, è morto di infarto mentre fuggiva tra i lacrimogeni dalle cariche della polizia. La protesta per lo sciopero, il secondo in due settimane, correva anche in rete con il tag #18ogr.

Il governo si stava preparando in parlamento a varare una finanziaria per ricevere la tranche di 13,5 miliardi dai creditori della troika (Banca centrale europea, Fondo monetario e Commissione europea) per evitare la bancarotta. Una manovra che prevede un pacchetto di tagli e ulteriori imposte per i greci. Atene si era riempita di una moltitudine di persone che hanno raggiunto il parlamento per protestare contro le misure di austerity.

Un gruppo di manifestanti ha scagliato delle bottiglie molotov contro gli agenti di polizia in tenuta anti sommossa, che hanno reagito lanciando lacrimogeni e bombe stordenti. In tutto, da un primo bilancio, ci sono stati 50 fermati per gli scontri. A Salonicco invece, una manifestazione analoga si è svolta pacificamente con un corteo di 17mila persone.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...