Gli Euromigranti

Gli “Euro-migranti” sono i disoccupati in fuga dalla crisi economica che partono alla ricerca di un lavoro, spostandosi all’interno del continente. E un paese come la Svizzera si prepara ad attendere quest’ondata di immigrazione con un’esercitazione militare. Perché, anche se non fa parte dell’Ue, è diventata sempre più un crocevia di flussi migratori interni, al pari della Germania e dei Paesi nordici. Come sessant’anni fa, lo dice anche l’ultimo rapporto sullo stato sociale della Commissione europea, gli italiani assieme a greci, spagnoli e portoghesi, sono diventati i nuovi migranti d’Europa.

Ad attendere l’arrivo dei “rifugiati” europei in Svizzera ci sarà l’esercito, spiega l’EUobserver: “A settembre circa duemila agenti hanno partecipato a una esercitazione chiamata Stabilo Due in otto città del paese, basandosi su un documento che attestava la minaccia di disordini e la possibilità di un’invasione di rifugiati da Grecia, Spagna, Portogallo, Francia e Italia”. Il capo delle forze armate svizzere ha spiegato come l’esercito servirà da rinforzo agli agenti di polizia con “1.600 uomini in luoghi strategici come gli aeroporti, le fabbriche e le sedi delle organizzazioni internazionali a Ginevra”. E il ministro della Difesa, lunedì 15 ottobre aveva spiegato alla CNBC che “non è escluso che le conseguenze finali della crisi economica potrebbero sfociare con delle proteste e violenze in Svizzera. L’esercito deve essere pronto, in questi casi, quando la polizia avrà bisogno di aiuto”.

Nella nota dell’esercizio di quadro di Stabilo due, l’esercitazione durata fino al 21 settembre, si legge: “Il concetto dell’esercizio Stabilo Due si fonda sullo scenario secondo cui parti di un’Europa appositamente creata sulla cartina topografica sono instabili. Anche in Svizzera si verificano disordini, attacchi e atti violenti – prosegue la nota – Con questo scenario di una situazione straordinaria si intende verificare in particolare l’appoggio ai Cantoni in ambito sussidiario, ma anche la condotta e l’impiego della riserva operativa dell’esercito – in questo caso della brigata blindata 11”.

In molte città italiane l’esercito c’è già, dal 2008 è dislocato di rinforzo alla polizia per decisione del passato governo di centro destra e per motivi di ordine pubblico legati all’immigrazione in Italia. Adesso i soldati svizzeri aspettano noi.

Annunci

Un pensiero su “Gli Euromigranti”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...