La cella di C215 nel carcere per creativi

“Lost paradise” è l’ultima opera di C215 dipinta in una ex prigione di Lagos in Portogallo. L’artista aveva scritto, il primo ottobre, sulla sua bacheca di Facebook e via Twitter di “trovarsi in un carcere di Lagos, in Portogallo”. I suoi fans hanno riempito di messaggi la sua bacheca, lanciando in rete anche l’hashtag #FreeC215. L’urban artist francese, conosciuto in tutto il mondo per le sue opere, si trovava veramente in una prigione ma per dipingere.

L’opera si trova nella prigione di Lagos, che era stata chiusa l’1 ottobre del 1972 e che adesso è diventata una residenza per artisti e creativi del progetto Artur, come spiega C215 nella sua bacheca di Facebook svelando il perché si trovava in un carcere. Il penitenziario, che è stato anche un centro di accoglienza per immigrati, adesso è diventato uno spazio per creativi riqualificato per l’inaugurazione con il contributo di artisti internazionali e portoghesi.

Annunci

Un pensiero su “La cella di C215 nel carcere per creativi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...