“Senza di noi nessuna Europa”

Questo slideshow richiede JavaScript.

Una moltitudine. Migliaia di persone hanno deciso di scendere in piazza e formare il popolo del 29 settembre.

A Lisbona erano oltre 150mila tra giovani, disoccupati, lavoratori, famiglie e bambini, che si sono radunati a manifestare nell’immensa piazza del Commercio della capitale portoghese. A Madrid migliaia di cittadini, indignati per la politica di austerity del governo, sono tornati a protestare occupando piazza Nettuno per la terza volta in una settimana.

Durante il terzo assedio davanti al parlamento spagnolo di Madrid, gli organizzatori della protesta “Occupa il congresso” hanno letto un comunicato: “Oggi, 29 settembre, le strade si sono di nuovo riempite con migliaia di persone che dicono “basta” e vogliono dare un taglio con questa realtà resa sempre più insopportabile. E inoltre, oggi – prosegue il testo – ci sentiamo confortati dalla vicinanza dei nostri fratelli e sorelle portoghesi, greci e italiani. Noi siamo l’Europa meridionale, e senza il sud non c’è l’Europa, non vi è alcuna possibilità di una Europa”. L’ultima frase è rivolta in particolare alla Germania perché, dopo l’approvazione del fondo salva stati, è da otto giudici di tedeschi che dipendono le sorti di milioni di europei.

In piazza Nettuno a Madrid, gli indignados sono stati sgomberati con delle cariche della polizia dopo la mezzanotte del 29 settembre. Anche a Lisbona il parlamento a Sao Bento era blindato da alcuni agenti antisommossa, nella capitale portoghese però questa volta non ci sono stati scontri con la polizia, la manifestazione si è conclusa con un corteo pacifico e i discorsi dal palco dei rappresentanti sindacali, dell’opposizione e dei movimenti.

In Spagna il debito pubblico salirà all’85 per cento del Pil alla fine del 2012, con una stima per l’anno successivo che arriva al 90,5 per cento. Una previsione su cui incide anche la necessità di un ulteriore salvataggio delle banche spagnole. In Portogallo il governo ha accennato un’apertura alle richieste della popolazione, sulla riduzione di alcune delle misure di austerità previste in finanziaria.

Quello che emerge netto da quest’ultima grande manifestazione è l’espressione europea della protesta e la voglia di “riavere le nostre vite”. Una dimostrazione di piazza che indica una direzione opposta e alternativa alle misure di tasse, tagli e aumenti del costo della vita per salvare banche in rosso per miliardi di euro. Le stesse banche e banchieri, che sono inestricabilmente connessi con la politica e il potere finanziario.

Lo raccontano le foto del popolo in piazza diffuse su Internet, attraverso i social media, dagli stessi cittadini diventati reporter (raccolta storify del 29 settembre). Lo spirito del 29 settembre, che correva in rete con il tag #29s, lo spiega un cartello appeso alle barricate del parlamento spagnolo: “Rispetto per la vita. La voglia di rispetto e di vivere lo dice il corpo nudo di una ragazza distesa per terra, fotografata da @VirginaP.Alonso, tra la folla dei manifestanti di Madrid: “Love revolution. L’amore ci unisce. Siamo tutti uguali. Siamo nati liberi e moriremo liberi” . Poi c’è l’immagine di una famiglia, una giovane coppia con un figlio, in cui la mamma regge un cartello con scritto: “Il Portogallo siamo noi”. E ancora la foto di tre giovani portoghesi, che scrivono “Se non ho rubato io, perché devo pagare?” e “che la polizia solidarizzi con i poveri”.

La dimensione di tutto questo la definiscono bene le foto dall’alto di piazza Nettuno a Madrid e di piazza del Commercio a Lisbona. Sono le immagini di una grande protesta d’Europa che è in corso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...