Ecce Homo e il premio di Cecilia

C’è “Ecce Homo” come Supermario, Batman e poi “Ecce Homo” Superman, Topolino o in stile Elvis. E chiaramente c’è “Ecce Homo” con la sua restauratrice Cecilia.

Il fenomeno del meme “Ecce Homo” è diventato una galleria online, che continua a essere aggiornata con il contributo degli utenti di tutto il mondo attraverso Internet.

Nel sito The Cecilia Prize le istruzioni sono semplici: “aiutateci a trasformare il dipinto del XIX secolo. Si può fare tutto”. Quando si apre l’homepage si trova il dipinto di “Ecce Homo” di Elias Garcia Martinez, ancora da restaurare, con un pannello con dei colori e il pulsante per caricare le immagini in modo da cominciare a restaurare l’affresco. Quando il fotoritocco è ultimato, l’immagine viene pubblicata nella gallery assieme a tutte le altre opere. Con un tweet si può lanciare in rete la propria creazione usando il tag #ceciliaprize e concorrere per la migliore interpretazione per vincere in premio un poster di “Ecce Homo”.

Si tratta di un progetto online dedicato a Cecilia Gimenez e al suo “restauro più mal riuscito della storia” dell’opera “Ecce Homo” di Martinez. “Avevamo visto che il quadro si stava sgretolando e abbiamo pensato di metterlo apposto”, aveva spiegato Cecilia, che con il suo restauro amatoriale ha attirato migliaia di visitatori nella santuario della Misericordia di Borja e che adesso, a 83 anni, può contare su 90mila fans che le portano “rispetto e ammirazione” su Facebook.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...