Volunia, voleva la luna di Big G

Ricordate Volunia? L’anti-Google italiano? Al lancio del motore di ricerca il commento più sentito fu «epic fail». Una bocciatura su tutta la linea: dal proiettore mal funzionante alla conferenza pomposa all’Università di Padova, tutta in italiano e priva di sottotitoli ma trasmessa in diretta streaming mondiale. Oggi, a oltre tre mesi da quel 6 febbraio, Massimo Marchiori, il padre di Volunia, resta sereno. Ha dalla sua due importanti novità da presentare. «Tra poche ore sarà disponibile una nuova versione per i nostri power user, le persone selezionate che stanno sperimentando la versione beta», annuncia a LaStampa.it. E poi la notizia: «Entro il 14 giugno tutti gli utenti del web potranno avere accesso a Volunia».

Ecco i primi sostanziali cambiamenti»
Da venerdì 18 maggio Volunia rafforzerà la funzione di ricerca (la parte seek) attraverso l’integrazione con uno dei principali motori di ricerca presenti sul mercato. «Non posso dirvi ancora quale, lo scoprirete presto», dice Marchiori

@davide_lessi

Leggi l’intervista di Davide Lessi su LaStampa.it – Tecnologia

Annunci

Un pensiero su “Volunia, voleva la luna di Big G”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...