Cinque giorni di scontri per la crisi #Romania

Quarta notte di proteste contro il governo a Bucarest dove circa 1.000 persone sono scese in piazza per chiedere le dimissioni del primo ministro Emil Boc e del presidente Traian Basescu, ritenuti responsabili del drastico abbassamento del livello di vita a causa delle misure di risparmio e austerità adottate negli ultimi mesi. I manifestanti hanno dato fuoco a edicole e cestini della spazzatura e lanciato pietre contro la polizia che ha usato lacrimogeni per disperderli. Quelle di ieri nella capitale romena sono state le piu’ violente manifestazioni dall’inizio della protesta giovedi’ scorso con oltre 50 persone che hanno ricevuto assistenza medica e circa 40 manifestanti fermati dalla polizia per atti di vandalismo. Manifestazioni si sono tenute anche in altre citta’ della Romania come Cluj, Timisoara e Iasi. (Ansa)

 

Eastjournal di Luca Bistolfi: La situazione a Bucarest peggiora di ora in ora. Il capo del governo Emil Boc ha richiamato Raed Arafat, spinto dalla proteste di piazza che sostengono il medico siro-romeno, ma le manifestazioni nel centro della capitale non accennano né ad allentarsi, né tanto meno a smettere. La serata di ieri (16 gennaio) è stata ancora molto agitata, anche se verso la tarda notte la piazza si è tranquillizzata. Leggi il resto dell’articolo

#ROMANIA · expost24 · Storify.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...