L’estrema destra brucia la bandiera d’Europa a #Budapest

A Budapest l’estrema destra ha bruciato la bandiera dell’Europa, durante una manifestazione a cui hanno partecipato alcune migliaia di persone. La manifestazione è stata organizzata del partito di estrema destra Jobbik – attualmente all’opposizione – due deputati hanno dato alle fiamme una bandiera della Ue davanti alla rappresentanza della commissione europea. «Questa settimana la Ue ha dichiarato guerra all’Ungheria in modo aperto e violento», ha detto Csanad Szegedi, europarlamentare di Jobbik.

“Ungheria. Non chiamatela Repubblica” scrivono i giornalisti ungheresi in 22 lingue “che almeno si sappia”.

“La loro forza è limitata, ma sono convinti che in Europa simili partiti sono capaci di influenzare le politiche del governo. Attribuiscono al loro partito un compito pedagogico: una volta al parlamento, potranno fare pressioni sul Fidesz (il partito conservatore) e spingerlo nella “giusta” direzione”. E così è stato per Jobbik. Il partito dichiaratamente antisemita, che parla di deportazione dei rom.

Per la prima volta in Parlamento, il partito dell’estrema destra nazionalista Jobbik, con 48 deputati rappresenta il terzo gruppo: al momento di giurare sulla Costituzione, il leader e capogruppo Gabor Vona si era presentato vestito con il giubbotto della Guardia Ungherese, ala paramilitare del partito messa al bando dalla giustizia, con il simbolo dei Crocefrecciati, i nazisti magiari del 1944.

L’Ungheria nel frattempo si avvicina percicolosamente al crac finanziario. Il fiorino precipita ai minimi sull’euro e l’asta di titoli di Stato è stata un flop. Il paese è nel mirino degli investitori dopo che il governo ha approvato una legge di riforma costituzionale che mette a rischio l’indipendenza della Banca centrale provocando l’immediato stop delle trattative da parte di Unione Europea e Fmi per un piano di aiuti a Budapest.

7 dicembre I Jobbik hanno manifestato davanti all’ambasciata americana a Budapest in una protesta pro-Iran e contro Israele.

1 gennaio Budapest ha assunto la presidenza dell’Ue e adottato la nuova legge sui media, la stampa e il resto d’Europa teme la svolta autoritaria.

3 gennaio Centomila persone – come “ragazzi della via Pàl” – hanno manifestato intorno al Teatro dell’Opera di Budapest per contestare l’entrata in vigore della nuova carta costituzionale voluta dal premier Viktor Orbàn e votata dal solo centro destra.

#HUNGARY · expost24 · Storify.

Annunci

1 commento su “L’estrema destra brucia la bandiera d’Europa a #Budapest”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...