Parigi è freak #DianeArbus

Una fotografa rivoluzionaria, che raccontò l’America “nascosta” degli anni Sessanta, con personaggi e scene di vita che nessuno avrebbe visto senza di lei. La galleria di arte contemporanea e fotografia, Jeu de Paume di Parigi, dedica a Diane Arbus una grande retrospettiva, proprio in questi mesi, a quarant’ anni dalla sua scomparsa.

La mostra contiene duecento opere fotografiche. Eccone alcune: Una famiglia di nudisti in un prato della Pennsylvania nel ‘65, una transessuale con i bigodini in testa, tre ragazze gemelle su un letto, un giovane sostenitore della guerra in Vietnam con la faccia triste, il farfallino e una bandiera americana in mano, una famiglia a passeggio la domenica (lei statuaria ha i capelli cotonati e una bimba con la tuta in braccio, lui il giubbotto e un discolo per mano che è l’unico a non guardare l’obiettivo), e infine un castello di Disneyland tra le nebbie serali.

Un disegnatore di passaggio a Parigi, che vive a Barcellona, Lapin, ha visitato la retrospettiva alla galleria Jue de Paume: L’artista Lauren Lomède ne ha fatto un racconto a fumetti.

c.z

La storia: #Diane Arbus · zeta · Storify.

Annunci

Un pensiero su “Parigi è freak #DianeArbus”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...