Shakespeare and Company

Un personaggio ricco di aneddoti, curiosità e stranezze, divenuto celebre per aver trasformato il numero 37 di Rue de la Bûcherie in un covo di grandi scrittori e viaggiatori. “Be not inhospitable to strangers / Lest they be angels in disguise” Sii gentile con gli sconosciuti, perché potrebbero essere angeli nascosti”), i versi di Yates riassumono bene la filosofia che ha permeato ogni angolo di questo intricato labirinto di scaffali e scale a chiocciola. George usava ospitare giovani erranti dando loro un tetto dove dormire in cambio di un pò d’aiuto nella libreria; al piano di sopra lasciava sempre una manciata di materassi per chi ne avesse bisogno. Gradiva svegliare gli ospiti usando un guinzaglio, oggetto della sua personale esibizione mattutina, in cui urlava ” Walk the dog”!; la domenica invece, era solito svegliarli più dolcemente, con il buon profumo dei pancakes da lui creati. Altre stranezze accompagnano la sua storia, come quando decideva di tagliarsi i capelli con il fuoco delle candele, nel bel mezzo di presentazioni di libri che lo annoiavano, oppure quando dal piano di sopra lanciava libri o sputava, a seconda delle persone che gli andavano o meno a genio..

#Shakespeare and Company · zeta · Storify.

Annunci

Un pensiero su “Shakespeare and Company”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...