Occupy, come è nato il 99 per cento

Il 17 settembre una manciata di persone si sono accampate a Zuccotti Park e hanno detto agli altri di fare come loro. Questa è la storia per immagini del movimento Occupy. Ci sono i racconti e i volti delle persone

TomDispatch.com Un antidoto quotidiano per il mainstream (recita il motto della testata online) ha pubblicato l’articolo The Making of 99% – Come si è formato il 99 per cento e il collasso della classe media. L’articolo inizia con gli “altri uomini” riferendosi a una citazione di E.P. Thompson. Gli “altri uomini” (e anche le donne) – banker, manager, chief executive – scrivono gli autori, hanno iniziato ad emergere solo recentemente in un gruppo distinto e visibile, chiamato i “supericchi”. L’1 per cento della popolazione. Il restante è il 99 per cento.

Class happens when some men, as a result of common experiences (inherited or shared), feel and articulate the identity of their interests as between themselves, and as against other men whose interests are different from (and usually opposed to) theirs.

– E.P. Thompson, The Making of the English Working Class

“Se il movimento del 99% è destinato a diventare una forza per cambiare il mondo – scrivono Barbara Ehrenreich and John Ehrenreich, su Tom Dispatcher – alla fine ci sarà per forza da affrontare alcune divisioni di classe che si trovano all’interno di esso. Ma abbiamo bisogno di farlo con pazienza, con rispetto e sempre con un occhio alla prossima grande azione, al mese di marzo, alla prossima occupazione o a combattere la preclusione, come la situazione richiedere.

Annunci

Un pensiero su “Occupy, come è nato il 99 per cento”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...